Im “PLA” mentiamo l’uso delle plastiche biodegradabili

Il team di Personal Ho.Re.Ca ti guida alla scoperta del Pla: materiale assolutamente ecologico e biodegradabile al 100%.

Cos’è il Pla

L’acido polilattico o più comunemente e semplicemente Pla è un materiale derivato dalla trasformazione degli zuccheri presenti in mais, barbabietola, canna da zucchero.

È una bioplastica prodotta al 100% con materiali naturali, rinnovabili e assolutamente non derivati dalla raffinazione del petrolio.

In altre parole, il Pla, è la nostra speranza per il futuro. Vediamo perché.

Caratteristiche del Pla

Questa bioplastica è biodegradabile e compostabile.

Si degrada rapidamente nel terreno una volta raggiunte le condizioni di temperatura e umidità necessarie. In poco tempo, infatti, si decompone trasformandosi in terriccio e fertilizzante per il suolo.

Insomma, quello che apparentemente è un rifiuto diventa rapidamente una risorsa.

Ti ricordo, invece, che la plastica tradizionale impiega fino a 500 anni prima di decomporsi.

​​​​​​​Il Pla, inoltre, é incolore (trasparente e lucido) e con ottime caratteristiche di resistenza.

Utilizzo del Pla

Proprio per le sue caratteristiche e la sua versatilità il Pla è adatto a sostituire la plastica tradizionale in moltissimi ambiti, basti pensare alle stoviglie monouso (piatti, bicchieri, cannucce biodegradabili).

​​Le plastiche biodegradabili come alternativa

I danni derivati dall’utilizzo smisurato della plastica e dal suo non corretto smaltimento sono, ormai, ben visibili.

Con questo non vogliamo creare allarmismo sociale ma solo renderti partecipe e informarti di quello che è diventato ormai un problema la cui soluzione non può più essere posticipata.

Il cambiamento parte proprio dalla consapevolezza di ciascuno di noi.

Al bando le cannucce: sì, ma quelle in plastica

Le cannucce sono uno dei maggiori simboli della cultura usa e getta. Il suo utilizzo è minimo: giusto il tempo di un drink. Poi viene gettato nella spazzatura o, peggio ancora, abbandonato.

Le cannucce in plastica rappresentano, in Europa, uno tra i primi cinque rifiuti raccolti.

Sembra assurdo ma è proprio così.
Ma le cannucce, ormai, sono un oggetto di cui non si può o non si vuole più fare a meno. Sono radicate nella nostra cultura. Sono simbolo di festa e spensieratezza.

Ma se senza cannuccia il mondo non gira vediamo di muoverci a trovare un’alternativa che sia ecosostenibile.

Personal Ho.Re.Ca propone le cannucce biodegradabili

Ora che la plastica è diventata ufficialmente un problema, e molti di noi sono consapevoli e sensibili sul tema, si tratta di fare in prima persona delle scelte sostenibili per ridurne l’utilizzo o, addirittura, eliminarla.

Il mondo chiama Personal Ho.re.ca. risponde

Partiamo proprio dalle cannucce. Personal Ho.Re.Ca ti propone le cannucce biodegradabili, in Pla, ecosostenibili al 100% come alternativa alla plastica monouso.

Acquista subito una fornitura di cannucce in Pla. Ti dimostrerai un consumatore attento alle problematiche sociali,un cittadino che ha a cuore il benessere proprio e della comunità, un esempio per molti.

Non perdere tempo: il mondo ha bisogno di chi ha il coraggio di cambiare.

Acquistare è semplice: basta un click.

Acquista subito

Cannucce biodegradabili, un’idea alternativa per dare speranza al pianeta

Cannucce biodegradabili VS cannucce in plastica

Parliamo di plastic free, di alternative ecologiche alle plastiche monouso e, soprattutto, di cannucce biodegradabili.

Il problema dei rifiuti in mare

Purtroppo i rifiuti plastici in mare rappresentano un vero e proprio problema mondiale. Oltre l’80% dei rifiuti marini è costituito da plastica.

Nell’immaginario collettivo il problema della plastica in mare è limitato ad un fattore “estetico”: le classiche bottiglie o taniche che galleggiano sulla superficie dell’acqua e vengono portate a riva dalle maree.

Ma purtroppo il problema non si limita a questo.

La plastica decomponendosi si trasforma in microplastica che viene ingerita dalle specie marine (pesci compresi) entrando, anche se indirettamente, nella nostra catena alimentare.

Questo è il vero dramma: finiamo per mangiare quello che abbiamo abbandonato e scartato. Senza prendere in considerazione l’impatto e le conseguenze dannose che l’ingestione di questi prodotti ha sulla nostra salute.

La plastica monouso, insomma, è dannosa. Va, quindi, abolita la sua produzione e il suo utilizzo.

Vogliamo un mondo ecofriendly

Greta Thunberg, i Fridays For Future, i movimenti Climate Change…, molti, insomma, sembrano avere a cuore la tematica ambientale.

In un momento storico in cui i rifiuti plastici e il loro smaltimento rappresentano un’urgenza sempre più pressante, viene spontaneo domandarsi cosa possiamo fare nella quotidianità per salvaguardare e rispettare l’ambiente?

La svolta in Parlamento: non solo parole ma fatti!

Recentemente il Parlamento Europeo ha approvato in via definitiva una nuova legge che vieta l’uso, entro il 2021, di articoli monouso fabbricati in plastica.

Cosa sarà vietato

Per plastica monouso si intendono posate e piatti di plastica “usa e getta”, cannucce di plastica, cotton fioc fatti di plastica, plastiche ossi-degradabili, contenitori alimentari in polistirolo espanso.

Un’alternativa: le cannucce biodegradabili

L’alternativa già c’è.

Personal Ho.Re.Ca. ha anticipato la scadenza del 2021 quando le plastiche monouso saranno, appunto, assolutamente vietate.

Nel nostro e-commerce potete già trovare le cannucce biodegradabili, in pla, assolutamente ecofriendly.

L’inversione di tendenza. Un’esempio: le cannucce biodegradabili

La plastica monouso ha una data di scadenza già fissata: il 2021.

L’Unione Europea si è finalmente accorta della necessità di cambiare radicalmente l’approccio alla produzione e all’uso della plastica nella nostra vita quotidiana.

L’inversione di tendenza toccherà tutti i livelli, dal settore produttivo ai consumatori finali.

Questa legge è un primo importante passo verso uno stile di vita più sostenibile e in armonia con il nostro ambiente.

Piccoli gesti che, se fatti in massa, possono fare la differenza.

Madre Teresa di Calcutta diceva: “Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno”.

La direzione, insomma, deve portare all’uso di plastiche biodegradabili, compostabili e derivanti da materiali riciclati.

Visto che anche uno solo può fare la differenza ti faccio un esempio: nella tua quotidianità lavorativa o di vita privata pensa di sostituire le classiche cannucce in plastica con cannucce biodegradabili.

Cosa cambierà? 

Nulla.

Le cannucce in plastica sono assolutamente sostituibili e saranno sostituite da cannucce biodegadrabili, ecosostenibili al 100%.

Contribuisci a fare la differenza.

Il cambiamento può partire da te!

Acquista ora sul portale Personal Ho.Re.Ca le cannucce biodegradabili e richiedi la scheda di compostabilità del prodotto.

 

Acquista subito: basta un click

 

Acquista subito