Coconut palm sugar in measuring spoons

Scopriamo lo zucchero di cocco

Scopriamo oggi lo zucchero di cocco, uno zucchero particolare che viene prodotto dalla linfa dei boccioli dei fiori prodotti dalla palma da cocco.

Curioso vero? Eppure questo zucchero sta riscuotendo un grande successo anche nei mercati occidentali, perché si tratta di un prodotto buono e che viene impiegato dalla notte dei tempi come dolcificante nelle terre d’origine, quindi il Sud e il Sud Est Asiatico, dove i maggiori produttori al mondo sono l’Indonesia e le Filippine.

 

Ma quali sono le differenze fra lo zucchero di canna che noi tutti conosciamo e lo zucchero di cocco?

 

Oltre alla diversa origine vegetale, cambia la consistenza, cambia il gusto e variano anche i metodi di produzione.

Gli agricoltori praticano un taglio in una definita sezione della pianta del cocco, dalla quale sgorga una linfa che viene raccolta nei contenitori di bambù. La linfa viene quindi cotta a fuoco molto lento e l’umidità viene fatta evaporare.

In questo frangente la linfa inizia a sciropparsi e viene quindi ridotta in cristalli di pasta morbida. Lo zucchero di cocco si trova, infatti, nella stessa forma dello zucchero di canna, quindi in grani o anche in zollette quando viene compresso.

 

Le caratteristiche dello zucchero di cocco

 

Quali sono le caratteristiche dello zucchero di cocco?

Iniziamo dal sapore, che vanta un leggero retrogusto di caramello. E’ interessante notare che lo zucchero di cocco non viene raffinato, quindi il sapore può variare a seconda della pianta dalla quale viene estratto.

Questa caratterista è speciale e rivela un forte legame con la natura. Inoltre il sapore grezzo e intenso lo rende adatto alla preparazione di tante ricette e come dolcificante di bevande, come il caffè al ginseng con zucchero di cocco Foodness.

Per quanto riguarda le proprietà nutrizionali, si tratta di uno zucchero dal basso indice glicemico* che apporta potassio e dove si trovano i classici zuccheri come il saccarosio, il glucosio e il fruttosio. Vi sono inoltre buone vitamine, come la C e la B, che non vengono alterate o distrutte dai processi di raffinazione, perché lo zucchero di cocco è grezzo e naturale.

*Secondo la classificazione attuata dalle Autorità Filippine lo zucchero di cocco ha un indice glicemico di 35.

 

Riferimento didascalia immagine: Credits https://www.healthline.com/nutrition/coconut-sugar