canale Horeca

Gli stili internazionali nel canale Horeca

La società liquida di Bauman è una teoria che può perfettamente legarsi al canale Horeca. Perché vi starete chiedendo? La società che stiamo vivendo è abile nell’adattarsi alle richieste internazionali e non è ferma nelle tradizioni, anzi.

 

Già, la società oggi vuole evolversi e spesso si ‘fonde’ con modelli che arrivano da lontano, che hanno già segnato trend nel luogo di origine e che possono decretare il successo di settori legati al pubblico, come quello della ristorazione e della hotellerie.

 

Gli stili internazionali nel canale Horeca: quali prospettive?

 

Gli stili internazionali coinvolgono il canale Horeca e questo processo è sotto i nostri occhi. Se andiamo ‘terra a terra’ possiamo capire che vent’anni fa era pressoché impossibile chiedere al bar un cappuccino con il latte di soia, mentre oggi è prassi. Ed era pure strano sentir chiedere un caffè all’americana al bancone del bar, mentre oggi questa bevanda è amata e apprezzata anche qui in Italia, patria dell’espresso super ristretto.

 

Secondo gli studiosi, il segreto è guardare oltre senza perdere l’identità nazionale, soprattutto quella italiana che vede il nostro paese emergere fra tutti i mercati come qualità e ricercatezza del cibo e delle bevande. Ma non devono mancare i legami con le novità internazionali, con i prodotti che hanno segnato e segnano tuttora nel mondo forti tendenze, soprattutto fra i più giovani.

 

Questo è forse il segreto di un successo longevo e che si traduce nella collaborazione con aziende che hanno fatto dell’internazionalità una bandiera, che hanno saputo valicare i confini del nazionale e proporre prodotti impensabili fino a poco tempo fa per il nostro mercato di consumatori.

 

Internazionali sì, quindi, come chiedono gli ultimi dati, ma con l’attenzione focalizzata verso la tradizione italiana, che eccelle ed è distintiva, per un canale Horeca che sappia porsi moderno e veloce, abile nel rispondere alle richieste di un pubblico sempre più informato, curioso e metropolitano.